ConfprofessioniLavoro: Verifiche sulla liceità dell’appalto

confproflavoroarticolo di approfondimento di Roberto Camera per ConfprofessioniLavoro.

 

“La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 17287 del 28 agosto 2015, è intervenuta nuovamente in materia di appalti, ribadendo la non genuinità di un appalto qualora l’appaltatore effettui i lavori utilizzando in modo pressoché totale materiali e attrezzature del committente e sotto la direzione ed il controllo da parte dei dipendenti di quest’ultimo.

In un contratto d’appalto, la mancanza, da parte dell’appaltatore, di questi due elementi (attrezzature e direttive interne), hanno portato i giudici della Suprema Corte a convenire, con gli ispettori, sul disconoscimento del contratto di appalto. Infatti, proprio l’apporto di attrezzature, materiali e di direttive da parte del committente costituiscono elementi sintomatici di illiceità dell’appalto.”…continua a leggere l’articolo web

Roberto Camera

Autore: Roberto Camera

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in corsi di formazione e aggiornamento professionale in materia di gestione del personale - ideatore e curatore del sito www.dottrinalavoro.it (ex dplmodena.it) - @CameraRoberto

Condividi questo articolo su