Dottrina Per il Lavoro: modificato il valore del c.d. ticket sui licenziamenti

dottrina lavoro new blue @2xIn base a quanto previsto dalla circolare inps n. 19 del 30 gennaio 2015, il contributo, per l’anno 2015, dovuto dai datori di lavoro in caso di licenziamento di un lavoratore a tempo indeterminato (previsto dalla Legge n. 92/2012 – c.d. Riforma Fornero), è pari a 490,10 euro per ogni anno di lavoro effettuato fino ad un massimo di 3 anni (l’importo massimo del contributo è pari a 1.470,30 euro per rapporti di lavoro della durata pari o superiore a 36 mesi).

Detto contributo è calcolato sul 41%  dell’indennità Aspi che è stata rivalutata, sempre per il 2015, a 1.195,37 euro.

Il ticket va corrisposto in caso di licenziamento di un lavoratore a con un rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato, compreso il rapporto intermittente, il tempo parziale ed i rapporti trasformati da tempo determinato a tempo indeterminato (in questo caso, il calcolo del contributo deve avvenire dal 1° giorno di lavoro a termine). Il ticket va calcolato tenendo conto delle frazioni di anno di anzianità dei lavoratori, nel limite massimo degli ultimi 36 mesi.

 

Leggi anche:

pdficonla circolare n. 12 del 29 gennaio 2014

pdficonla circolare n. 14 del 30 gennaio 2013

pdficonla circolare n. 142 del 18 dicembre 2012

pdficonla circolare n. 140 del 14 dicembre 2012

Roberto Camera

Autore: Roberto Camera

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in corsi di formazione e aggiornamento professionale in materia di gestione del personale - ideatore e curatore del sito www.dottrinalavoro.it (ex dplmodena.it) - @CameraRoberto

Condividi questo articolo su