Dottrina Per il Lavoro: procedura Collocamento di cittadini extra-Ue nello spettacolo

a cura di Roberto Cameradottrina-lavoro-new-blue

 

Pubblichiamo le modalità, previste dalla legislazione Italiana, per far entrare lavoratori/trici del settore dello Spettacolo, non appartenenti all’Unione Europea.

Per fare entrare in Italia, al di fuori della quota programmata di flussi migratori, i lavoratori e le lavoratrici extra-Ue nel settore dello spettacolo, i datori di lavoro che operano in Italia devono inviare le richieste di nulla osta all’Anpal.

Le modalità sono indicate nei seguenti atti:

  • Circolare 13 dicembre 2006, n. 34 (Procedure e modalità di rilascio del nulla osta al lavoro subordinato per le assunzioni di lavoratori extracomunitari nel settore dello spettacolo).

L’Anpal, inoltre, riceve le dichiarazioni di responsabilità ai fini del rilascio del visto d’ingresso per i lavoratori autonomi extracomunitari del settore dei circhi e spettacoli viaggianti.

Per tale dichiarazione utilizzare il seguente Modello di dichiarazione di responsabilità per instaurazione di lavoro autonomo.

 

Fonte: ANPAL

 


 

Norme di riferimento​

  • Decreto legislativo 14 settembre 2015, n. 151 (Disposizioni di razionalizzazione e semplificazione delle procedure e degli adempimenti a carico di cittadini e imprese e altre disposizioni in materia di rapporto di lavoro e pari opportunità, in attuazione della legge 10 dicembre 2014, n. 183);
  • Circolare 17 giugno 2009, n. 22 (Nota esplicativa su quanto previsto all’art. 39, comma 10, lettere d), g) e h) del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112 convertito con modificazioni dalla legge 6 agosto 2008, n. 133, relativamente alle disposizioni in vigore sulla comunicazione obbligatoria);
  • Circolare 7 ottobre 2008, n. 25 (Nota esplicativa su quanto previsto all’art. 39, c. 10, lett. d), g) e h) del decreto-legge n. 112 del 25 giugno 2008, convertito con modificazioni dalla legge 6 agosto 2008, n. 133, che abroga la normativa relativa alla lista e all’elenco speciale provvisorio per il personale artistico e tecnico);
  • Decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286 (Testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell’immigrazione e norme sulla condizione dello straniero, articolo 27, comma 1, lettere l), m), n), o).
Roberto Camera

Autore: Roberto Camera

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in corsi di formazione e aggiornamento professionale in materia di gestione del personale - ideatore e curatore del sito www.dottrinalavoro.it (ex dplmodena.it) - @CameraRoberto

Condividi questo articolo su