WKI: Blocco Licenziamenti: le novità del Decreto Sostegni

Cosa cambia per il licenziamento individuale e per quello collettivo?

Il decreto Sostegni (D.L. 22 marzo 2021, n. 41) affronta il tema dei licenziamenti prevedendo un’importante novità.

Fino al prossimo 30 giugno il blocco dei licenziamenti per giustificato motivo oggettivo e dei licenziamenti collettivi resta generalizzato e riguarda tutti i datori di lavoro.

Diversamente, a partire dal 1° luglio e fino al 31 ottobre 2021, il divieto rimarrà solo per i settori destinatari dell’assegno ordinario, della cassa in deroga e della cassa integrazione salariale operai agricoli.

Tra i destinatari di questo secondo blocco rientrano le aziende con un numero ristretto di dipendenti e che appartengono a settori quali i pubblici esercizi, il commercio, il turismo, le agenzie di viaggio, lo spettacolo, ed i servizi, in generale, che da questa pandemia sono state particolarmente colpite.

Vuoi approfondire le novità del decreto Sostegni sul blocco dei licenziamenti?

One LAVORO ti regala una guida, intitolata BLOCCO LICENZIAMENTI: LE NOVITÀ DEL DECRETO SOSTEGNI che analizza:

  • Licenziamenti: deroghe e blocco differenziato
  • Datori di lavoro interessati
  • Licenziamenti non compresi nel blocco

 

Clicca QUI, scarica la guida gratuita e chiedi di accedere gratis per 30 giorni a tutti i contenuti di One LAVORO, la soluzione Wolters Kluwer dedicata a Consulenti del lavoro e HR Manager che raccoglie strumenti, approfondimenti e news per svolgere al meglio la tua professione.

Wolters Kluwer Italia

Autore: Wolters Kluwer Italia

Editore di libri e periodici in materia giuridica

Condividi questo articolo su