IPSOA QUOTIDIANO: Appalti pubblici: limiti della responsabilità

approfondimento di Vitantonio Lippolis* – in collaborazione con  logo-ipsoa-quotidiano

 

“In caso di inadempienza, i dipendenti dell’appaltatore possono proporre azione diretta anche nei confronti di un committente pubblico per conseguire quanto è loro dovuto. Questa forma di garanzia, tuttavia, ha alcune rilevanti limitazioni rispetto al regime di solidarietà applicabile in caso di appalti privati. Riguarda, infatti, soltanto il lavoro subordinato. Non comprende gli oneri previdenziali ed assicurativi non corrisposti, non si estende agli eventuali subappaltatori e il debito solidale si riferisce esclusivamente a quanto dovuto dal committente all’appaltatore al momento della presentazione della domanda giudiziale. In definitiva, uno strumento poco efficace. Quali sono le altre possibili forme di garanzia attivabili?”… continua la lettura


* Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza.

Vitantonio Lippolis

Autore: Vitantonio Lippolis

Coordinatore delle aree della vigilanza presso l’Ispettorato territoriale del Lavoro di Modena – Relatore nell’ambito di convegni e seminari in materia di diritto del lavoro e legislazione sociale.

Condividi questo articolo su