IPSOA QUOTIDIANO: Appalto e somministrazione di personale: il Consiglio di Stato “suggerisce” le differenze

approfondimento di Roberto Camera* – in collaborazione con  logo-ipsoa-quotidiano

 

“Per valutare la linea di confine tra appalto “genuino” e somministrazione di personale un elemento determinante è la mancanza, da parte del personale della ditta appaltatrice, di un know-how specifico, ovvero di un patrimonio di conoscenze e di pratiche di uso non comune, tale da far emergere un apporto qualitativo specifico, riconducibile all’appalto di servizio. E’ questa una delle indicazioni fornite dal Consiglio di Stato nella sentenza n. 1571 del 2018 nel decidere sulla questione della genuinità di un affidamento formalmente qualificato come “appalto”, ma che in realtà dissimula una somministrazione di personale.

Di recente il Consiglio di Stato è intervenuto con una interessante sentenza (n. 1571/2018, pubblicata il 12 marzo 2018) che evidenzia, in maniera puntuale, gli indici sintomatici della non genuinità di un affidamento formalmente qualificato come “appalto”, ma che in realtà dissimula una somministrazione di personale. “… continua la lettura

 


* Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza.

Roberto Camera

Autore: Roberto Camera

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in corsi di formazione e aggiornamento professionale in materia di gestione del personale - curatore del sito www.dottrinalavoro.it - @CameraRoberto

Condividi questo articolo su