Ipsoa Quotidiano: Contratto a termine: proroghe e rinnovi acausali, con quali regole e tempi?

approfondimento di Roberto Camera* – in collaborazione con IPSOA Quotidiano

 

“Il decreto Agosto prevede la possibilità, fino al 31 dicembre 2020, di rinnovare e di prorogare per un periodo massimo di 12 mesi e per una sola volta i contratti di lavoro a termine, anche in somministrazione, senza l’obbligo di precisare una causale, ferma restando la durata massima complessiva di 24 mesi. La norma, deroga, sotto diversi aspetti, la disciplina ordinaria e la sua applicazione pone delle questioni di non facile soluzione interpretativa. Per esempio, da quando è applicabile la regola “per una sola volta”? Ed inoltre la proroga acausale va conteggiata nel massimale delle 4 proroghe?  ”

 

continua la lettura dell’articolo

 

 

 

 


* Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza.

Roberto Camera

Autore: Roberto Camera

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in corsi di formazione e aggiornamento professionale in materia di gestione del personale - ideatore e curatore del sito www.dottrinalavoro.it (ex dplmodena.it) - @CameraRoberto

Condividi questo articolo su