Ipsoa Quotidiano: Contratto a termine: sostituzione del lavoratore assente con o senza data di fine rapporto?

approfondimento di Roberto Camera* – in collaborazione con IPSOA Quotidiano

 

“Una delle causali che legittima l’assunzione a tempo determinato è l’esigenza aziendale di sostituire i lavoratori in servizio. Il decreto Dignità ha modificato il Jobs Act, richiedendo, in tale caso, che la data ultima del rapporto di lavoro risulti sempre palese, da atto scritto. Di converso, il Ministero del Lavoro, pur confermando il tenore letterale della norma, ha evidenziato la possibilità di desumere il termine del rapporto di lavoro indirettamente in specifici casi, come, ad esempio, nell’ipotesi di sostituzione della lavoratrice in maternità. In definitiva, come deve impostare l’azienda la lettera di assunzione se volesse assumere con contratto a termine lavoratori in sostituzione di quelli assenti? ”

 

continua la lettura dell’articolo

 


* Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza.

Roberto Camera

Autore: Roberto Camera

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in corsi di formazione e aggiornamento professionale in materia di gestione del personale - ideatore e curatore del sito www.dottrinalavoro.it (ex dplmodena.it) - @CameraRoberto

Condividi questo articolo su