Ipsoa Quotidiano: Decreto Maggio: a quali licenziamenti (non) si applica la nuova sospensione?

approfondimento di Roberto Camera* – in collaborazione con IPSOA Quotidiano

 

“Oltre alle procedure collettive di riduzione di personale, che non possono essere avviate fino al prossimo 17 agosto, la bozza di decreto Maggio blocca i licenziamenti individuali per giustificato motivo oggettivo (anche plurimi), a prescindere dal numero dei dipendenti in forza e dal fatto che la motivazione sia diversa dalla crisi per l’emergenza sanitaria da Covid-19. Una importante novità è la possibilità, da parte dell’azienda che ha licenziato un lavoratore per giustificato motivo oggettivo, di applicare il “diritto di ripensamento” anche oltre il termine dei 15 giorni, senza sanzioni e oneri. Quali licenziamenti possono essere comunque comminati?  ”

 

continua la lettura dell’articolo

 

 


* Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza.

Roberto Camera

Autore: Roberto Camera

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in corsi di formazione e aggiornamento professionale in materia di gestione del personale - ideatore e curatore del sito www.dottrinalavoro.it (ex dplmodena.it) - @CameraRoberto

Condividi questo articolo su