Ipsoa Quotidiano: Distacco transnazionale: per il certificato previdenziale è necessaria la copia dell’Unilav?

approfondimento di Roberto Camera* – in collaborazione con IPSOA Quotidiano

 

“Dal 1° settembre 2019 i datori di lavoro devono chiedere online il certificato previdenziale utile per il distacco dei lavoratori nei paesi della UE (e in Svizzera). Il documento, o modello A1, permette di attestare che il lavoratore gode della copertura previdenziale da parte dell’azienda che lo distacca. La nuova procedura telematica va effettuata prima dell’invio del lavoratore all’estero e può essere attivata, oltre che dall’azienda, anche dal professionista suo intermediario previdenziale e abilitato. L’INPS sta richiedendo, per l’emissione del certificato, anche copia dell’Unilav di distacco, equiparandolo alla trasferta. Una richiesta che sembra non essere in linea con le previsioni di legge: per quale motivo? ”

 

continua la lettura dell’articolo

 


* Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza.

Roberto Camera

Autore: Roberto Camera

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in corsi di formazione e aggiornamento professionale in materia di gestione del personale - ideatore e curatore del sito www.dottrinalavoro.it (ex dplmodena.it) - @CameraRoberto

Condividi questo articolo su