Ipsoa Quotidiano: Contratto a termine assistito: come si svolge la procedura telematica con l’INL

approfondimento di Roberto Camera* – in collaborazione con IPSOA Quotidiano

 

“Il datore di lavoro ed il lavoratore, una volta raggiunto il massimale di durata previsto dalla legge (pari a 24 mesi) o dai contratti collettivi (di durata variabile), possono stipulare un ulteriore contratto a tempo determinato della durata massima di 12 mesi. Tale contratto, denominato “contratto assistito”, va sottoscritto dinanzi ad un funzionario dell’Ispettorato del lavoro e prevede l’indicazione di una delle causali ordinarie da individuare tra esigenze temporanee e oggettive, estranee all’ordinaria attività, nonchè esigenze di sostituzione di altri lavoratori ed esigenze connesse a incrementi temporanei, significativi e non programmabili, dell’attività ordinaria. Con il decreto Semplificazioni anche tale procedimento può essere svolto con modalità telematica. ”

 

continua la lettura dell’articolo

 

 


* Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza.

Roberto Camera

Autore: Roberto Camera

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in corsi di formazione e aggiornamento professionale in materia di gestione del personale - ideatore e curatore del sito www.dottrinalavoro.it (ex dplmodena.it) - @CameraRoberto

Condividi questo articolo su