Articolo: Gli adempimenti delle aziende che distaccano lavoratori in ambito europeo

articolo di approfondimento di Vitantonio Lippolis per il n. 86 della rivista “The world of il Consulente”

 

cdl

Leggi tutto l’articolo

“A gennaio, per i datori di lavoro con un organico compreso tra i 15 ed i 35 dipendenti cambia tutto in materia di collocamento obbligatorio: vie­ ne meno l’art. 2, comma 3, della legge n. 68/1999 che subordinava l’obbligo di assumere un portatore di handicap a quando si fosse effettuata una nuova assunzione. Tale onere, come affermava l’art. 2, comma 2, del DPR n. 333/2000, doveva essere assolto nei successivi 12 mesi.

Ora, tutto questo non c’è più e le piccole e medie aziende sono tenute, qualora risulti­ no scoperte, ad assumere un disabile: han­ no60 giorni per adempiere (ad esempio, un datore di lavoro dimensionato a 15 dipen­denti alla data del 1° gennaio 2018, dovrà assolvere l’onere entro il successivo 2 marzo). Ovviamente, cambiandola norma, si riterrà superata anche la nota congiunta Mi­nistero del Lavoro ed ANPAL del 23 genna­io 2017conlaqualesisottolineava come non fosse necessario inviare il prospetto informativo in quanto l’obbligo sarebbe scattato soltanto in caso di nuova assunzione.”…continua la lettura

Vitantonio Lippolis

Autore: Vitantonio Lippolis

Coordinatore delle aree della vigilanza presso l’Ispettorato territoriale del Lavoro di Modena – Relatore nell’ambito di convegni e seminari in materia di diritto del lavoro e legislazione sociale.

Condividi questo articolo su