Ipsoa Quotidiano: Accordo collettivo aziendale e contratto di prossimità: pro e contro per i datori di lavoro

approfondimento di Roberto Camera* – in collaborazione con IPSOA Quotidiano

 

“Le aziende possono ovviare alle limitazioni poste dal decreto Dignità al contratto a tempo determinato in due modi: stipulando un contratto collettivo aziendale ordinario o un contratto di prossimità. Con l’accordo aziendale di secondo livello si gestisce il rapporto di lavoro disciplinando una materia non regolamentata dalla legge e dalla contrattazione collettiva nazionale o su delega della legge, oppure migliorando, per il lavoratore, una regola già prevista, in via esclusiva, dalla legge. Il contratto di prossimità può derogare alle disposizioni di legge ed alle relative regolamentazioni contenute nei contratti collettivi nazionali di lavoro, anche in via peggiorativa per il lavoratore, ma a quali condizioni? ”

 

continua la lettura dell’articolo

 


* Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza.

Roberto Camera

Autore: Roberto Camera

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in corsi di formazione e aggiornamento professionale in materia di gestione del personale - ideatore e curatore del sito www.dottrinalavoro.it (ex dplmodena.it) - @CameraRoberto

Condividi questo articolo su