IPSOA QUOTIDIANO: Aziende metalmeccaniche: 150 euro in welfare ai dipendenti. In che modo?

approfondimento di Roberto Camera* – in collaborazione con  logo-ipsoa-quotidiano

 

“Le aziende che applicano il CCNL Metalmeccanica industria devono erogare, dal 1° giugno 2018, strumenti di welfare del valore di 150 euro ai dipendenti assunti contratto a tempo indeterminato (anche in apprendistato) e a tempo determinato, nonché ai lavoratori somministrati in possesso di specifici requisiti. Per individuare la gamma di beni e/o servizi da mettere a disposizione del personale, il primo suggerimento per l’azienda è quello di svolgere una breve indagine preventiva tra i lavoratori per conoscere, a grandi linee, le loro preferenze. Individuata la soluzione più opportuna, come si dovrà procedere?

In base a quanto previsto dall’articolo 17 del CCNL Metalmeccanica industria, le aziende che applicano detto contratto dovranno mettere a disposizione dei lavoratori, dal 1° giugno 2018, strumenti di welfare per un valore di 150 euro. Gli importi dovranno essere utilizzati, dai lavoratori, entro il 31 maggio del 2019.

Il valore suindicato – che non può essere monetizzato – si aggiunge all’eventuale piano welfare già presente in azienda, sia esso previsto da un accordo aziendale che fornito unilateralmente dall’azienda tramite (ad esempio, un Regolamento interno) e/o all’eventuale contrattazione individuale. Nessun obbligo, in capo all’azienda, di istituire un apposito piano di Welfare. “… continua la lettura


* Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza.

Roberto Camera

Autore: Roberto Camera

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in corsi di formazione e aggiornamento professionale in materia di gestione del personale - ideatore e curatore del sito www.dottrinalavoro.it (ex dplmodena.it) - @CameraRoberto

Condividi questo articolo su