Ipsoa Quotidiano: Contratti a termine nel periodo COVID-19: tra “Cura Italia” e “Rilancio” aziende in difficoltà

approfondimento di Roberto Camera* – in collaborazione con IPSOA Quotidiano

 

“Al fine di “proteggere” i lavoratori a tempo determinato, in questo periodo di crisi non solo sanitaria ma anche economica da COVID-19, per dare continuità alla prestazione lavorativa e quindi anche al rapporto di lavoro il Governo è intervenuto due volte, con due disposizioni contenute nel decreto “cura Italia” (Legge 27/2020) e nel recente decreto “Rilancio” (D.L. 34/2020). L’obiettivo delle due disposizioni è la possibilità di prorogare e rinnovare contratti a tempo determinato anche a scopo di somministrazione. Tuttavia, La norma contenuta nel Decreto “Rilancio”, se da un lato agevola le proroghe ed i rinnovi dei contratti a termine, dall’altro prevede alcune limitazioni alquanto problematiche per le aziende. Quali sono le casistiche che si possono presentare e quali le soluzioni pratiche?   ”

 

continua la lettura dell’articolo

 

 


* Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza.

Roberto Camera

Autore: Roberto Camera

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in corsi di formazione e aggiornamento professionale in materia di gestione del personale - ideatore e curatore del sito www.dottrinalavoro.it (ex dplmodena.it) - @CameraRoberto

Condividi questo articolo su