IPSOA QUOTIDIANO: Legge di Bilancio 2018 – durata massima dei contratti a termine a 24 mesi

approfondimento di Roberto Camera – in collaborazione con  logo-ipsoa-quotidiano

 

“In Commissione Bilancio della Camera è passato un emendamento al disegno di legge di Bilancio 2018 (Atto Camera: 4768) che attiene alla riduzione della durata massima dei rapporti a tempo determinato.

L’emendamento, proposto dall’onorevole Gribaudo Chiara, è il seguente: “58-bis. Agli articoli 19 e 21 del decreto legislativo 15 giugno 2015, n. 81, le parole: «trentasei mesi», ovunque ricorrano, sono sostituite dalle parole: «ventiquattro mesi»” (proposta emendativa 1.102. in Commissione XI in sede consultiva riferita al C. 4768).

Ridotta la durata massima dei contratti a termine

In pratica, l’emendamento dispone la riduzione della durata massima dei contratti a termine, intercorsi tra lo stesso datore di lavoro e lo stesso lavoratore, a 24 mesi, indipendentemente dal numero di contratti stipulati. Il limite legale, che oggi è posto a 36 mesi, rappresenta la sommatoria di tutti i contratti a tempo determinato ordinari e di quelli sottoscritti nell’ambito di contratti di somministrazione con le Agenzie per il lavoro. Questi ultimi contratti, per essere computati nei 36 mesi, devono essere stati stipulati dal 18 luglio 2012 (entrata in vigore della Legge n. 92/2012) in avanti.”… continua la lettura

Roberto Camera

Autore: Roberto Camera

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in corsi di formazione e aggiornamento professionale in materia di gestione del personale - curatore del sito www.dottrinalavoro.it - @CameraRoberto

Condividi questo articolo su