Articolo: Reddito di cittadinanza e impiego irregolare dei percettori

approfondimento di Vitantonio Lippolis – Responsabile del processo vigilanza presso l’Ispettorato territoriale del lavoro di Modena

Estratto dal n. 38/2019 di Diritto & Pratica del Lavoro (Settimanale IPSOA)

Vuoi abbonarti a Diritto & Pratica del Lavoro? Solo per i lettori del sito c’è uno sconto del 10%, basta inserire questo Codice Sconto: 00718-773110 – Scarica un numero omaggio

 

Diritto_pratica_lavoro“Reclusione per almeno un anno, decadenza dal beneficio a carico del lavoratore e applicazione della maxisanzione maggiorata a carico del datore di lavoro che impiega  irregolarmente i componenti del nucleo familiare che percepisce il reddito di cittadinanza: sono queste alcune delle conseguenze previste dalla circolare n. 8 del 25 luglio 2019 e della successiva nota n. 7964 dell’11 settembre 2019 per mezzo delle quali l’Ispettorato Nazionale del Lavoro ha fornito, al proprio personale ispettivo, rilevanti indicazioni operative.

Disciplina del Reddito di cittadinanza

Il D.L. n. 4/2019 recante “Disposizioni urgenti in materia di reddito di cittadinanza e di pensioni” convertito, con modificazioni nella legge 28 marzo 2019, n. 26 disciplina, fra l’altro, il reddito di cittadinanza. La finalità evocata dal legislatore con la creazione di questo strumento è duplice: da un lato contrastare le forme di indigenza ed esclusione sociale per mezzo dell’erogazione – in presenza di determinati requisiti – di un sostegno economico, e dall’altro incentivare l’inserimento socio-lavorativo dei percettori di tale beneficio.

La disciplina, i requisiti soggettivi ed oggettivi e le modalità di pagamento del sussidio sono state  dettagliatamente illustrate dall’Inps (al quale è ascritto, fra l’altro, il ruolo di gestire ed erogare il beneficio economico) per mezzo della circolare n. 43/2019. ”…continua la lettura

Vitantonio Lippolis

Autore: Vitantonio Lippolis

Coordinatore delle aree della vigilanza presso l’Ispettorato territoriale del Lavoro di Modena – Relatore nell’ambito di convegni e seminari in materia di diritto del lavoro e legislazione sociale.

Condividi questo articolo su