18Mag2019
12Mag2019
29Apr2019

Articolo: Patto di prova: validità, limiti e tutele

approfondimento di Monica Lambrou

16Apr2019
12Apr2019
07Apr2019
03Apr2019

Cassazione: licenziamento nullo e contribuzione arretrata

sentenza n. 9025 del 1° aprile 2019

05Feb2019
27Gen2019
18Gen2019

Cassazione: pensionamento e periodo di preavviso

ordinanza n. 521 dell’11 gennaio 2019

18Gen2019

Cassazione: tempo tuta e orario di lavoro

ordinanza n. 505 dell’11 gennaio 2019

11Gen2019

Cassazione: licenziamento per violazione di norme etiche

ordinanza n. 138 del 7 gennaio 2019

10Gen2019
10Gen2019
15Nov2018
08Nov2018

Consulta: Licenziamenti ingiustificati – spetta al giudice determinare l’indennità risarcitoria

La Corte costituzionale, con la sentenza n. 194 depositata l’8 novembre 2018, ha dichiarato incostituzionale il criterio di determinazione dell’indennità spettante al lavoratore ingiustamente licenziato – ancorato solo all’anzianità di servizio – previsto dall’articolo 3, comma 1, del decreto legislativo n. 23/2015 e confermato dal cosiddetto “decreto dignità” (Decreto legge n. 87/2018).

08Nov2018

Articolo: Licenziamenti, delocalizzazioni, incentivi all’assunzione

approfondimento di Maria Rosa Gheido e Alfredo Casotti

24Ott2018

INPS: verifica del pagamento del Ticket di licenziamento

L’INPS ha emanato il messaggio n. 3933 del 24 ottobre 2018, con il quale informa di avviato l’operazione di verifica e controllo del corretto assolvimento dell’obbligo diversare il c.d. “contributo di licenziamento” previsto dalla legge, nei casi di interruzione di un rapporto di lavoro a tempo indeterminato per le causali che, indipendentemente dal requisito contributivo, darebbero diritto all’indennità di disoccupazione ASpI (oggi NASpI).

16Ott2018
26Set2018

Consulta: illegittimo il criterio di determinazione dell’indennità di licenziamento

La Corte costituzionale ha dichiarato illegittimo l’articolo 3, comma 1, del Decreto legislativo n.23/2015 sul contratto di lavoro a tempo indeterminato a tutele crescenti, nella parte – non modificata dal successivo Decreto legge n.87/2018, cosiddetto “Decreto dignità” – che determina in modo rigido l’indennità spettante al lavoratore ingiustificatamente licenziato.