INL: Tirocini – verifiche sulla genuinità della formazione

inl

L’Ispettorato Nazionale del Lavoro (INL) ha emanato la circolare n. 8 del 18 aprile 2018, con la quale fornisce, ai propri ispettori, alcune indicazioni operative che, alla luce dell’adozione delle nuove linee guida approvate in Conferenza permanente Stato Regioni il 25 maggio 2017, possano essere utili al corretto inquadramento dei tirocini, in particolare di quelli extracurriculari.

L’attività di vigilanza è principalmente finalizzata alla verifica della genuinità dei rapporti formativi atteso che, in termini generali, l’organizzazione dell’attività dei tirocinanti – benché finalizzata all’apprendimento on the Job – può presentare aspetti coincidenti con i profili dell’etero- direzione che tipicamente connotano i rapporti di lavoro subordinato. È pertanto necessario che la verifica ispettiva valuti complessivamente le modalità di svolgimento del tirocinio in modo tale da poter ritenere l’attività del tirocinante effettivamente funzionale all’apprendimento e non piuttosto all’esercizio di una mera prestazione lavorativa.

Particolare attenzione sarà la verifica dell’osservanza della normativa regionale, nel cui ambito viene svolto il tirocinio.

Queste, a titolo esemplificativo, le possibili ipotesi di violazione della normativa regionale:

  • tirocinio attivato in relazione ad attività lavorative per le quali non sia necessario un periodo formativo, in quanto attività del tutto elementari e ripetitive;
  • tirocinio attivato con un soggetto che non rientra nelle casistiche indicate dalla legge regionale e che, esemplificando, le linee guida indicano al punto 1 lettere da a) ad e) (soggetti in stato di disoccupazione, beneficiari di strumenti di sostegno al reddito in costanza di rapporto di lavoro, lavoratori a rischio di disoccupazione, soggetti già occupati che siano in cerca di altra occupazione, soggetti disabili e svantaggiati);
  • tirocinio di durata inferiore al limite minimo stabilito dalla legge regionale;
  • tirocinio attivato da soggetto promotore che non possiede i requisiti previsti dalla legge regionale;
  • totale assenza di convezione tra soggetto ospitante e soggetto promotore;
  • totale assenza di PFI;
  • coincidenza tra soggetto promotore e soggetto ospitante;
  • tirocinio attivato per sostituire lavoratori subordinati nei periodi di picco delle attività e personale in malattia, maternità o ferie;
  • tirocinio attivato per sopperire ad esigenze organizzative del soggetto ospitante. Ciò può pertanto avvenire, a titolo esemplificativo, nei casi in cui il buon andamento dell’unità produttiva è demandato al solo tirocinante (es. unico cameriere all’interno di un pubblico esercizio) oppure nei casi in cui quest’ultimo svolga in maniera continuativa ed esclusiva un’attività essenziale e non complementare all’organizzazione aziendale e sia in essa perfettamente inserito;
  • tirocinio attivato con un soggetto che abbia avuto un rapporto di lavoro subordinato o una collaborazione coordinata e continuativa con il soggetto ospitante negli ultimi due anni;
  • tirocinio attivato con un soggetto con il quale è intercorso un precedente rapporto di tirocinio, fatte salve eventuali proroghe o rinnovi nel rispetto della durata massima prevista dalla legge regionale;
  • tirocinio attivato in eccedenza rispetto al numero massimo consentito ex lege;
  • impiego del tirocinante per un numero di ore superiore rispetto a quello indicato nel PFI in modo continuativo e sistematico durante l’arco temporale di svolgimento del rapporto. La sistematicità, a titolo esemplificativo, può ricorrere ove il tirocinante venga impiegato per un numero di ore superiore di almeno il 50% rispetto a quello stabilito dal PFI;
  • difformità tra quanto previsto dal PFI in termini di attività previste come oggetto del tirocinio e quanto effettivamente svolto dal tirocinante presso il soggetto ospitante;
  • corresponsione significativa e non episodica di somme ulteriori rispetto a quanto previsto nel PFI.

Inoltre, particolare attenzione potrà assumere l’assoggettamento del tirocinante alle medesime regole vigenti per il personale dipendente in relazione, in particolare, alla gestione delle presenze e all’organizzazione dell’orario, oppure l’imposizione al tirocinante di standard di rendimento periodici, rilevati mediante i sistemi di misurazione utilizzati per i lavoratori, in funzione del raggiungimento degli obiettivi produttivi aziendali.

 

per approfondire: IPSOA QUOTIDIANO: Tirocini extracurriculari: attenzione “alta” dell’Ispettorato del lavoro di Roberto Camera

 

Fonte: Ispettorato Nazionale del Lavoro

 


 

annodata tipoOggetto
201801/08nota6696Distacco dei lavoratori e impiego in operazione di cabotaggio
201826/07circolare11Chiarimenti sulle sanzioni in materia di orario di lavoro
201811/07circolare10Appalto illecito ed inadempienze retributive e contributive – indicazioni agli organi di vigilanza
201804/07nota5828Sanzioni in caso di pagamento delle retribuzioni in contanti
201822/06lettera circolare314Sanzioni in materia di salute e sicurezza- indicazioni per gli ispettori
201818/06lettera circolare302Controllo a distanza - indicazioni operative sul rilascio dei provvedimenti autorizzativi
201801/06circolare9Attività ispettiva in presenza di contratti certificati – indicazioni operativa per gli ispettori del lavoro
201822/05nota4538Procedure di contestazione della violazione all’erogazione di retribuzione tramite mezzi tracciabili
201818/04circolare8Tirocini – verifiche sulla genuinità della formazione
201829/03circolare7Contratto di rete – regole sul distacco e la codatorialità
201829/03circolare6Solidarietà dell’articolo 29 anche per i rapporti di subfornitura
201815/03lettera circolare50Collaboratori familiari nei settori dell'artigianato, dell'agricoltura e del commercio
201815/03lettera circolare49Lavoro intermittente e assenza del DVR – riqualificazione rapporto di lavoro
201819/02circolare5Chiarimenti in ordine all’installazione e l’utilizzazione di impianti audiovisivi e altri strumenti di controllo
201815/02nota congiunta32Adempimenti di lavoro – obbligo di comunicazione per avvocati e dottori commercialisti
201812/02circolare4Certificazione dei contratti – Enti Bilaterali abilitati
201825/01circolare3Mancata applicazione del CCNL – attività di vigilanza
201825/01circolare2Novità in materia di Lavoro contenute nella Legge di Bilancio 2018
201811/01circolare1Svolgimento diretto da parte del datore di lavoro dei compiti di prevenzione e protezione dai rischi
201712/10lettera circolare12Chiarimenti sulle sanzioni da applicare in caso di omessa sorveglianza sanitaria dei lavoratori
201727/09nota8465Giurisdizione applicabile alle controversie dei dipendenti delle compagnie aeree
201725/09nota8376Rilevanza penale dell’illecito di omesso versamento delle ritenute previdenziali
201721/08nota7427Calcolo delle sanzioni nelle Prestazioni Occasionali
201709/08circolare5Regime sanzionatorio nelle Prestazioni Occasionali
201726/07circolare4Videosorveglianza – installazione e utilizzo di software da parte di call center
201718/07circolare3Attività di vigilanza – recupero benefici “normativi e contributivi”
201721/06nota5617 Somministrazione illecita di domestici – non punibile la famiglia
201705/06nota4833Distacco transnazionale di lavoratori – ulteriori chiarimenti
201724/05nota4619Chiarimenti in materia di video sorveglianza
201719/04nota3464Condizioni di ingresso di cittadini extraUE per lavoro stagionale e per trasferimenti intra-societari
201723/03nota2283Assunzione disabile – sanzione diffida e termini per adempiere
201727/03nota103Attività di vigilanza – profili previdenziali e assicurativi
201722/02lettera circolare2/2017Chiarimenti organizzativi sull’attività di vigilanza
201709/02lettera circolare1/2017Modalità di tenuta della documentazione dei cronotachigrafi
201725/01circolare2Profili logistici, di coordinamento e di programmazione dell’attività di vigilanza
201710/01circolare1Distacco transnazionale di lavoratori – indicazioni operative al personale ispettivo
201629/12circolare4Ricorsi amministrativi avverso atti di accertamento in materia di lavoro – la nuova procedura
201622/12circolare3Comunicazione preventiva di Distacco Transnazionale di lavoratori in Italia
201607/11circolare2Chiarimenti sull’installazione e l'utilizzo di impianti GPS e procedura autorizzatoria
201617/10circolare1Lavoro Accessorio – chiarimenti sulla comunicazione all'Ispettorato del Lavoro
La Redazione

Autore: La Redazione

Condividi questo articolo su